La micro cogenerazione per riscaldare la casa

Trasformare la caldaia di casa in mini-centrale elettrica
Con i sistemi di micro cogenerazione, si può trasformare la caldaia della propria casa, in una piccola centrale elettrica: si può riscaldare l’appartamento e inoltre questi sistemi producono anche energia elettrica, che può essere immessa in rete.

Il panorama, che sta diventando sempre più reale, riguarda l’auto produzione di energia: sui tetti, negli scantinati o negli sgabuzzini, le case si trasformano via via in mini centrali elettriche di produzione di energia elettrica che poi sarà immessa in rete grazie alle smart grid.

Una delle tecnologie in questo senso, è la micro cogenerazione, impianti con potenza elettrica inferiore a 50 kW, che viene di solito effettuata tramite motori alternativi a combustione interna, microturbine a gas o motori a ciclo Stirling.

Il tutto si traduce nella possibilità, all’interno degli edifici, di avere una caldaia domestica o condominiale a metano che, oltre a produrre calore per il riscaldamento delle abitazioni, genera energia elettrica in surplus che può essere immessa in rete.

E’ stato calcolato che, 100.000 mini centrali dislocate in domicili privati, possano fornire la stessa produzione di energia di due reattori atomici o di due grandi centrali elettriche a carbone, il tutto a prezzi inferiori e con un peso minore sull’ambiente.

Di facile installazione, non più grande di un frigorifero o di un congelatore, può essere disposta nei locali di servizio di una casa unifamiliare, ma anche nello sgabuzzino di un appartamento.

da RUGIADAPOINT.IT

Back To Top